Il Bitcoin è la valuta più conveniente per Internet, dice Jack Dorsey

Jack Dorsey ha ancora una volta sostenuto Bitcoin come la migliore scommessa possibile per una valuta nativa di Internet.

Il fondatore e CEO di Twitter, Jack Dorsey, ha ribadito il suo sostegno al re della crittovaluta, osservando che è ancora la valuta nativa di internet più valida. Egli sostiene che BTC ha un enorme potenziale che deve ancora essere esplorato.
In un’intervista a Reuters, Jack Dorsey dice che internet ha bisogno di una valuta nativa, e ritiene che il Bitcoin Trader sia la migliore manifestazione attuale. Ha anche paragonato il Bitcoin a internet per la sua natura decentralizzata e senza permessi.

Ha detto: „Penso che Internet voglia una moneta, e penso che il Bitcoin sia la migliore manifestazione di questo. Quindi, non riesco a vedere questo cambiamento dato che tutte le persone che vogliono la stessa cosa e che vogliono costruirla per il suo potenziale“.

Inoltre, il CEO di Twitter ha elogiato il fatto che chiunque abbia una grande idea e voglia far parte della comunità Bitcoin potrebbe sempre farlo. Ha inoltre esortato i produttori di strumenti a rendere più facile l’accesso, la comprensione e, soprattutto, l’utilizzo dell’iniziativa.

Tuttavia, Jack Dorsey ha osservato che per far progredire Bitcoin al livello successivo, deve essere più „intuitivo“. Deve anche essere alla pari con i pagamenti digitali esistenti che sono in voga.

Ha sottolineato che la moneta digitale deve migliorare i tempi di transazione e l’efficienza. Egli osserva che questo renderebbe il Bitcoin più accessibile e più semplice da usare. Tali miglioramenti renderebbero anche BTC più intuitiva, permettendo a un maggior numero di persone di comprendere la meccanica della crittovaluta e, invariabilmente, rendendola più accessibile.

Organizzazione Cryptocurrency Open Patent Alliance (COPA)

Nel tentativo di continuare a promuovere la moneta digitale, la società di elaborazione dei pagamenti di Jack Dorsey, Square, ha lanciato un’iniziativa per unire i brevetti e preservare lo spirito open-source del settore.

Square ha dichiarato che l’iniziativa, denominata Cryptocurrency Open Patent Alliance (COPA), è un’alleanza senza scopo di lucro che ha lo scopo di impedire alle aziende di bloccare le tecnologie utili nei brevetti. Questo blocco dei brevetti è una pratica che la società di elaborazione dei pagamenti ha affermato essere contraria all’idea di fondazione dell’innovazione.

Secondo Square, il blocco delle tecnologie di crittovaluta fondamentali nei brevetti soffoca l’innovazione e l’adozione. Ha anche notato che l’uso improprio dei brevetti da parte di cattivi attori minaccia la crescita e lo sviluppo delle tecnologie di crittovalutazione.

La società di pagamenti ha inoltre rivelato cosa serve per entrare a far parte del COPA. I membri devono rendere i loro brevetti liberamente disponibili a tutti gli altri membri attraverso una biblioteca condivisa.

Square ha detto di essere pronta a depositare i propri brevetti crittografici nella nuova biblioteca. Inoltre, Square ha notato che la biblioteca fungerà da „scudo collettivo“ che protegge i membri dagli aggressori dei brevetti.

In particolare, qualsiasi organizzazione che funzioni in crypto, che abbia o meno brevetti, potrà entrare a far parte del COPA.

Jack Dorsey sui social media decentralizzati

È importante notare che Jack Dorsey ha già cercato di ottenere beni digitali in precedenza. Recentemente ha accennato al progetto di creare uno standard aperto per i social media decentralizzati. A tal fine, ha creato un team di sviluppatori chiamato Blue Sky.

Allo stesso modo, Jack Dorsey ha fatto diverse altre mosse per promuovere Bitcoin. Tra cui il suo recente viaggio in Africa nel 2019 nel tentativo di migliorare l’adozione del Bitcoin e di portare i suoi benefici a un maggior numero di persone.